Archivi categoria: Modificare la moto

Viaggiare in moto

Viaggiare in moto, scrivere un blog in cui si parla di viaggi e poi… solo foto meravigliose di posti mozzafiato in grado di fare ingelosire chiunque, anche chi al massimo guida un cinquantino scassato per andare al lavoro compiendo cinquecento metri. Non sono sparito in questi mesi, ho lavorato duro, ho studiato tanto per portare alla luce “CESIRA“!!!! Mi avete lasciato in Marocco sulla mia RD04 alle prese col mio primo motoviaggio, con le mie paure, con i miei dubbi, con la mia gioia e quel pensare senza fine e senza tregua che solo un viaggio in solitaria può donarti. Sono un individuo come molti altri e gli ultimi mesi sono stati un susseguirsi di eventi che fanno poco blog forse, ma che altro non sono che la vita normale di un normale viaggiatore o forse meglio “motoviaggiatore”. Il lavoro, nel mio caso le fotografie , con tutto ciò che ne consegue: ore ed ore davanti al computer, tanta ricerca, tante persone incontrate, tanti libri visti, tante mostre visitate e molto molto di più. Ma ogni singolo momento libero, ogni attimo di tregua donato è stato dedicato al progetto che avevo iniziato a sognare nelle ultime ore del mio motoviaggio in Marocco.

Si ma cosa è Cesira direte voi? Siete davvero pronti per scoprirlo? Nei prossimi post vi parlerò di lei, del mio desiderio, della mia sete di conoscenza e della fortuna di avere realizzato un sogno. Tutto nasce dalla voglia di alleggerire una motocicletta. L’Africatwin è una moto meravigliosa, forse una delle più belle tuttora in circolazione. Ma è pesante soprattutto per un’italiano alto 1,73. Lo so che adesso tutte le moto tedesche e non, con eliche o meno pesano dai 220kg in su. Ma chi le compra ci va in ufficio, ci monta su delle ruote più stradali di quelle di un Monster Ducati ed è convinto di… vabbè torniamo a noi, la mia moto non può essere alleggerita più di tanto, pesa tanto perchè tanto pesa il meraviglioso motore bicilindrico 750 di casa Honda. Pesa tanto perchè il telaio è pesante, perchè il forcellone è pesante perchè tutto è pesante. Chi mi ha seguito sa quanto abbia fatto per provarci e un pò ci sono riuscito ma di più umanamente non si può! Parliamo forse di gammi residui da togliere ma questo non è il problema… e allora? E allora Cesira!!!!!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Modificare la moto

Motoviaggio Marocco

Poche ore alla partenza, il Marocco è l’unico paese dell’area nord africana attualmente tranquillo. Nei prossimi mesi non dovrebbe succedere niente di ciò che abbiamo visto in Egitto in piazza Tahrir  o che vediamo in questi giorni in Libia a Tripoli o nel Barhein.  Il 20 Febbraio a Casablanca è annunciata una manifestazione di protesta ma è autorizzata dal governo e non sembrano arrivare avvisaglie di pericolo. Mille telefonate, tutti salutano, tutti augurano, tutti raccomandano. E’ bello, senti tutti vicini ma poi sai che quando fai un motoviaggio sei sempre solo. Sei solo quando scegli dove piantare la tenda, quando scegli che strada prendere, quando scegli dove mangiare o a chi chiedere informazioni. Avete mai provato? E’ ciò che rende meraviglioso, pericoloso, affascinante ed unico il motoviaggio in solitaria. Penso alle persone che incontrerò, come le incontrerò. Penso a cosa dovrò scrivere a quanti appunti prendere. Penso agli sponsor, alle foto che dovrò fare per loro e penso soprattutto a voi che mi leggete, che sarete vicini a me in questo viaggio. Ogni volta che scrivete un commento è qualcosa che mi tocca il cuore, vi sento davvero vicini e vorrei riceverne mille e tanti di più per portarvi tutti con me. Mancano poche ore alla partenza dal porto di Genova del traghetto GNV per Tangeri ed il mio pensiero più grosso è sempre quello. Sarò in grado di raccontarvi ciò che vedrò? Riuscirò a trasmettervi un pò delle mie emozioni, dei miei incontri, di ciò che i miei occhi vedranno? Ve lo prometto, ci metterò il cuore, penserò a voi sempre e vi prego di essermi vicini di scrivermi ciò che provate, ciò che vorreste vedere, ciò che mancherà. Se avete voglia pubblicizzate il mio blog tra i vostri amici, su facebook, iscrivetevi al blog (in basso destra) per essere aggiornati in tempo reale dei post che pubblicherò. Questa notte lo so non sarò solo, inizieremo tutti a prepararci a questo viaggio, il nostro viaggio. Già perchè lo faremo insieme, ecco perchè ho aperto questo blog ed ecco perchè porterò il mio portatile e le mie macchine fotografiche.

La moto è pronta, rispetto ai post precedenti ho deciso di aggiungere un ragno elastico al mio serbatoio. Nelle foto vedrete alcuni dettagli della  modifica per proteggere i radiatori della mia africatwin RD04. Mi sono chiesto cento volte se ho preso tutto, cento volte mi sono risposto di si e cento sono forse le cose che avrò dimenticato e di cui mi accorgerò appena avrò imboccato l’autostrada a soli 7km da casa 🙂 . Le borse laterali sono pronte, le cinghie tirate, le ruote gonfie, l’olio cambiato , la catena lubrificata. La macchina fotografica è carica, il mio taccuino attende con ansia di essere riempito e l’odore che inzio a sentire è già diverso: è l’odore dell’avventura, della scoperta.

Forse può sembrarvi strano ma voglio essere io ad augurarvi a poche ore dalla partenza un buon viaggio! Continua a leggere

13 commenti

Archiviato in I miei motoviaggi, Modificare la moto

Porta gps Touratech

Come partire al giorno d’oggi senza GPS? E’ uno strumento che può aiutare in determinate situazioni. Personalmente avendo un buon senso dell’orientamento e una buona memoria preferisco sempre usare il GPS come qualcosa nel caso in cui… e non come una bibbia da seguire rischiando di fare due o tre volte lo stesso giro senza nemmeno accorgesene ripetendosi: “beh, lo dice il gps” 🙂

Ok, GPS preso ma come trasportarlo con noi? Il metodo migliore  usando un Garmin (questo è quello che uso io) è quello di avvalersi del porta gps in alluminio della touratech. Ed ecco il perchè di questo post: purtroppo il supporto ha qualche problema e, nonostante il prezzo e il blasonato marchio, potrebbe risultare inutilizzabile. Avete mai provato a montarlo sul manubrio così come vi arriva a casa? Se si, riuscite a  leggere comodamente il vostro gps? Ecco il punto, se un GPS non è consultabile comodamente e non è quindi un valido aiuto meglio lasciarlo in borsa in quanto aumenta, e di molto; il rischio che ci procuri un incidente. E che dire poi se avete una borsa da serbatoio? Beh ogni curva rischiate di farlo incastrare da qualche parte. Ecco una semplice modifica che suggerisco per renderlo facilmente visibile e soprattutto in sicurezza! Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Modificare la moto

Marmitta nuova, io monto X-Racing!

Finalmente è arrivato il momento di cambiare la marmitta alla mia Africatwin! La sua originale pesa 6,5kg , decisamente troppo pesante. Il peso è eccessivo, al giorno d’oggi si trovano marmitte che pesano  2kg con prestazioni migliori e con design più moderni e avvincenti. Quale marmitta scegliere per la nostra moto? La scelta varia in base a molti fattori. Di sicuro quello economico è importante così come pure quello legale ( la nostra marmitta è omologata oppure no?) e per concludere, oltre ovviamente alle prestazioni, l’aspetto estetico. Io da pochi giorni guido con una marmitta x-racing, che mi è stata donata da Claudio, il fondatore di x-racing per il mio viaggio in Marocco. I ragazzi di futarace me l’hanno montata e da allora la mia moto è cambiata. Il suono è potente, pastoso persino col db killer inserito. Il suono prodotto non attira l’attenzione dei tutori dell’ordine. Mi è capitato più volte di stare in fila al semaforo con i vigili di fianco ma nessuna reazione da parte loro. Senza db killer il sound cambia, accelerare è un piacere e la moto va, va molto di più!!! Anche col db killer la moto risponde meglio alle accelerate e la sensazione è quella di avere qualcosa di più sul motore a livello di cavalli.

Chiunque voglia prestarmene una per provare le differenze si faccia avanti, aziende comprese!!! Ecco alcuni scatti della marmitta sulla mia Africatwin RD04 Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Modificare la moto